Treni in viaggio

Tag

, , , , , ,

Amo viaggiare in treno. Sarà perchè mia mamma lavorava nelle ferrovie e che quindi mi portava in giro spesso. Viaggiare in treno mi rilassa. Basta sedersi, prendere in mano un buon libro, musica nelle orecchie ed un finestrino dove affacciarsi. Nessuna preoccupazione, nessun mal d’auto o mal d’aria (per chi ne soffrisse), possibilità di sgranchirsi le gambe in ogni momento.

Per questo motivo, ho iniziato ad essere attratta dai viaggi in treno di lunga durata, quelli che attraversano interi continenti. Vedere migliaia di chilometri di paesaggi sconosciuti seduti comodamente in una vettura di un treno deve essere un’esperienza unica. E permette inoltre di riappropriarsi delle distanze e del tempo necessario a percorrerle, in un mondo ormai dominato dall’avere tutto nel minor tempo possibile.

Tutti avranno sentito parlare della mitica Ferrovia Transiberiana, la più lunga al mondo con i suoi 9288 Km, che collega Mosca a Vladivostok, l’estremo Oriente russo.

http://www.transsiberianexpress.net/

Il tratto completo è stato inaugurato nel 1902 e il tempo di percorrenza medio è di una settimana (durante la quale si attraversano 7 fusi orari!). Un must per i viaggiatori, da compiere una volta nella vita.

Ma nel mondo ci sono anche altri tratti ferroviari leggendari, di lunghezza superiore ai 3000 Km.

Secondo alla transiberiana per lunghezza, l’Indian-Pacific Rail attraversa il Sud dell’Australia per un totale di 4352 Km. Partendo dalla città di Perth, sull’oceano Indiano, il treno passa in mezzo al selvaggio bush fino ad arrivare a Sidney sull’oceano Atlantico.

http://www.greatsouthernrail.com.au/site/indian_pacific.jsp

Purtroppo un biglietto di sola andata su questo treno ha un costo proibitivo, e conviene informarsi con largo anticipo su possibili convenzioni ed offerte. D’altra parte vedere il bush senza il rischio di morire a causa del morso di uno dei centinaia di animali mortali australiani avrà pur un prezzo non vi pare? 🙂

Un altro tratto interessante è quello tracciato dal Sunset limited nel Nord America: 3211 Km attraverso la Louisiana, il Texas, il New Mexico, l’Arizona e la California. Questo treno entrò in servizio nel 1894 per collegare Los Angeles con New Orleans, e tutt’ora compie lo stesso tragitto.

http://www.amtrak.com/sunset-limited-train

I biglietti hanno un prezzo ragionevole, e le varie soste permettono (volendo) di visitare le città lungo il percorso. Un modo alternativo e comodo per visitare la parte meridionale degli Stati Uniti! Gli incontri che si possono fare saranno inoltre indimenticabili. Perchè chi decide di compiere in tre giorni (nel caso del Sunset Limited) un viaggio che in aereo prende 4 ore, ha sicuramente (almeno) una storia da raccontare!

Altro treno degno di nota scoperto di recente leggendo un libro sul Messico, è il Ferrocarril Chihuahua Pacifico. Anche in questo caso, panorami mozzafiato di giorno e cieli stellati la notte. Peculiare il percorso, attraversando canyon e orridi.

Letture di giorno e di notte

Tag

, , , ,

I libri sono come vecchi amici: alcuni si ritrovano dopo anni, altri si incontrano sulla strada e fanno subito breccia nel cuore. In questi mesi di allattamento ho rispolverato il mio Kobo Aura, tanto comodo in notturna.
Ho iniziato dai classici della Austen e dalla saga di Harry Potter, libri coccola adatti al periodo post-parto. Emma, Elinor, Marianne, Harry, Hermione e Ron mi hanno tenuto compagnia nei primi due mesi, durante i quali giorno e notte si confondevano tra loro ed era difficile trovare energie per libri mai letti.
Ho deciso poi di comprare qualche libro sull’empowerment femminile, e ne ho trovati due bellissimi seppur molto lontani tra loro: Becoming di Michelle Obama, e La profezia della Curandera di Hernàn Huarache Mamani.
Becoming mi ha sorpreso per il suo essere schietto ed appassionato: ho sempre ammirato i modi di Michelle Obama e la sua autobiografia dimostra quanto sia una donna forte e amorevole.

Non c’è limite a ciò che noi, come donne, possiamo realizzare.
Michelle Obama


La profezia della curandera, ambientato in Perù e con protagonista la giovane Kantu, è invece un libro spirituale e femminino. E’ stata una lettura illuminante che mi ha fornito molti spunti di riflessione sul nostro essere donna in una società tendenzialmente maschile.

Secondo un’antica Profezia Andina, giungerà il giorno il cui lo spirito femminile si risveglierà dal lungo letargo e lotterà per cancellare odio e distruzione dalla civiltà attuale e dare infine origine a una società di pace, armonia e fratellanza nel futuro.
Hernán Huarache Mamani

Dopo un breve intermezzo in compagnia di Hemingway (il vecchio e il mare), Tabucchi (Il filo dell’orizzonte) e Alcott (Piccole Donne), mi sto ora appassionando ai racconti di Gabriel Garcia Marquez. Tramite di essi sento l’aria calda dei Caraibi, il profumo del mare ed il fruscio delle foglie delle foreste Colombiane. Dopo, farò un viaggio alla scoperta del Messico in compagnia dello scrittore Pino Cacucci. Ci aspetta un anno molto stanziale, meglio attrezzarsi per viaggiare attraverso i libri 🙂

Certi libri costituiscono un tesoro, un fondamento; letti una volta, vi serviranno per il resto della vita.

Ezra Pound

Una porta magica

Tag

, ,

Stanotte ho sognato di avere una porta come quella del castello errante di Howl, capace di affacciarsi in luoghi lontani da casa. Fantasticando su di essa, ho pensato a quali sarebbero i luoghi che vorrei poter avere a un passo da me:

  • Malargue (Argentina), davanti alla casa di Santiago: il defender pronto per partire verso la Payunia, Las Lenas o la cordillera.
  • Pulau Tioman (Malaysia), spiaggia di Juara: sabbia dorata e acqua cristallina per una giornata oziosa all’ombra delle palme.
  • Mindo (Ecuador), davanti alla casa di Daniel e Dana: un tigrillo fumante che mi aspetta per poi avventurarsi nel cuore della foresta primaria.

La vostra porta magica invece, dove vi porterebbe?

San Pancrazio

Tag

, , ,

C’è una chiesetta vicino alla nostra casa in campagna, la Chiesa di San Pancrazio, a cui sono molto affezionata.
Costruita tra i vitigni in cima ad una delle innumerevoli colline che circondano Montà d’Alba, è stata la meta di molte passeggiate durante l’ultimo mese di gravidanza.

Che gioia raggiungerla e riposare alla sua ombra, visto il caldo ed i 12 kg extra che mi portavo appresso.
Nella strada di campagna, ammiravo i noccioleti ed i boschi di querce e castagni. Ogni tanto, qualche fagianella spuntava sotto i noccioli, correndo veloce. Raramente passava una macchina, in un agosto assolato il cui silenzio era interrotto solo dallo zillare delle cavallette…estate, che bella stagione!

Quando nasce una mamma

Tag

Quando si diventa mamma, i giorni si accorciano e le notti si allungano.
Si impara a dormire meno ed a convivere con un sonno popolato da sogni bizzarri.
Si passano notti ad allattare e cullare, a volte perdendo il sonno.

L’amore che si prova per la propria bimba rende resilienti e si sopporta qualsiasi difficoltà.
E’ forte l’istinto materno, silente in noi finché non arriva il momento.
E fantastiche sono le reti di supporto tra mamme, in costante aggiornamento giorno e notte perché c’è sempre una mamma sveglia, 24 ore su 24.

Questi primi quattro mesi sono stati intensi e speciali, costellati di sfide e traguardi.
Sento di essere cambiata in meglio e di avere radici profonde accanto al mio compagno. Pronta per il futuro che ci aspetta, pieno di scoperte e di avventure quotidiane.

https://www.washingtonpost.com/news/style/wp/2019/05/09/feature/the-protector-the-multitasker-the-holder-of-rocks-10-moms-define-motherhood/
https://www.sabinaradeva.com/ma-illustration-blog/2015/12/23/nature-of-motherhood-illustration-process

La mia mente ballerina

Tag

, , , ,

Il mio amore per le materie scientifiche è sbocciato nella biblioteca della mia città natale, durante gli anni del liceo. Ogni mese spazzolavo il reparto di saggistica alla ricerca di nuovi argomenti da esplorare, dai libri di zoologia di Stephen Jay Gould ai saggi divulgativi sulla fisica teorica e quantistica. Nessun soggetto mi spaventava e anzi ero attratta da libri ostici e specialistici, che riuscivano a soddisfare la mia voglia di imparare cose nuove. E’ grazie a quelle innumerevoli letture che decisi per la laurea in fisica: le particelle subatomiche esercitavano un incredibile fascino su di me, come anche la cosmologia. Intrapresa la laurea in fisica, continuai ad esplorare le biblioteche: per affrontare gli esami non mi accontentavo dei libri consigliati e ne cercavo altri, per avere diversi approcci a disposizione. Sono sempre stata uno spirito libero in questo senso: per arrivare alla comprensione piena, dovevo trovare da me la strada.

La mia curiosità è sempre stata inesauribile, ed è per questo motivo che il mio percorso accademico non è stato lineare: seppur rimanendo nell’ambito della fisica delle particelle, cambiai più volte esperimento perchè amavo imparare con la pratica nuove tecniche di rivelazione e di analisi. Quando decisi di passare in azienda, affrontai la transizione con la stessa emozione di quando si inizia un nuovo libro, ed è ancora così adesso che cambio progetto nel mio lavoro.
Ora che sono in maternità, continuo a coltivare la mia curiosità lasciando danzare la mia mente sui libri più svariati. Una bellissima vacanza non muovendosi da casa!

Per chi avesse piacere di leggere la mia intervista sulla transizione dall’accademia all’azienda, la trova qui: “https://www.findyourdoc.org/index.php/it/storie-anfibie/item/201-laura-collica-fisica-delle-particelle

Il vento della nascita

Subito dopo la nascita di Rossana, ci sono state delle giornate di vento forte.
Il vento destabilizza a volte, può rendere nervosi, ma può anche portare alla mente sensazioni e giornate vissute in sua compagnia, come le passeggiate a Malargue in Argentina o le escursioni in Islanda.
Settembre 2020 è stato il mio primo mese da mamma, e sono contenta che il vento mi abbia fatto visita durante i primi giorni a casa passati in gran parte sulla sedia a dondolo ad allattare la mia piccina.

Vento e nuvola e cielo: comuni denominatori della perfezione, eterni. Puoi cambiare la terra. Estirpare l’erba, spianare le colline, versare su tutto questo una città. Ma puoi estirpare il vento? Seppellire una nuvola nel cemento? Deformare il cielo per adattarlo all’immagine che l’uomo se ne fa? Mai.
Richard Bach

Respira

Tag

, ,

Nell’attesa che la mia bimba si prepari a nascere, relax e passeggiate nel verde mi riconnettono alla natura. Si raccolgono semi per il prossimo anno, si sperimenta il canto carnatico.

118398052_10219635864179416_8175226608501460305_o

Respira.
Sarai madre per tutta la vita.
Insegnale le cose importanti. Quelle vere.
A saltare pozzanghere, ad osservare gli animali,
a dare baci e abbracci fortissimi. 
Non dimenticare questi abbracci, e non negarglieli mai.
Può darsi che fra qualche anno gli abbracci che ti mancheranno
saranno proprio quelli che non hai dato.
Dille quanto le vuoi bene, ogni volta che la pensi.
Lasciala immaginare. Immagina con lei.
Le pareti si possono ridipingere.
Gli oggetti si rompono e si possono sostituire.
Le urla della mamma fanno male per sempre.
Puoi lavare i piatti più tardi.
Mentre tu pulisci… lei cresce.
Lei non ha bisogno di tanti giocattoli.
Lavora di meno e ama di più.
E, soprattutto, respira.
Sarai madre per tutta la vita.
Lei sarà bambina una sola volta.

Jessica Gómez Álvarez

Estate 2020

Tag

, ,

“Estate, sei calda come le notti che ho perduto…”

Questo 2020 ha un’estate con una storia tutta sua: post-pandemia, un bel pancione che mi tiene compagnia. Approfittiamo della casa in campagna per ristorarci dal caldo ed isolarci dal mondo preparandoci ad accogliere nel migliore dei modi la nostra bimba.

Oggi è l’ultima luna piena prima della data prevista del parto, e nonostante le caldane sofferte nella notte, mi sento creativa e preparo dei libricini in bianco e nero seguendo il metodo Montessori.

117156604_10219483876859828_7049516010262703177_o

Ormai il lavoro non è più fonte di distrazione, e posso dedicare tempo agli esercizi per il parto, alle camminate, agli ultimi acquisti ed a meritati riposini diurni. Sono stati otto mesi davvero speciali e quest’ultimo mese ha un sapore diverso. Da un lato mi sento libera e leggera, dall’altra iniziano le prime preoccupazioni per la nascita della bimba. Per fortuna, il libro di Mama Natural mi aiuta con le sue birth affirmations. E’ stato davvero un acquisto prezioso per tutto il supporto e le informazioni che mi ha fornito.

Il mio corpo è forte e sa cosa fare.
Mi fido della naturalezza del parto e del mio istinto.
Nella calma, trovo la forza. 
Ogni contrazione mi avvicinerà alla mia bambina.